Non Solo Vampate: Ecco Altri 7 Sintomi Della Menopausa

La menopausa è una tappa fisiologica nella vita di ogni donna e coincide con la fine del ciclo mestruale e della vita riproduttiva; si considera che la menopausa è iniziata quando è trascorso almeno un anno dall’ultima mestruazione. L’età in cui generalmente ha inizio questo periodo è intorno ai 50 anni, anche se sono molti i fattori che possono condizionare tale evento.

Dal punto di vista fisiologico, l’organismo femminile si modifica in quanto cessa la produzione degli estrogeni (ormoni sessuali femminili) e si verifica l’arresto della funzionalità delle ovaie, che non producono più ovociti. La menopausa è preceduta da un periodo detto pre-menopausa, durante il quale si verificano irregolarità mestruali, dipendenti dall’alterata produzione di estrogeni.
La menopausa deve essere intesa quindi come una fase naturale dell’esistenza femminile, ed è caratterizzata da alcuni sintomi molto identificativi.

Sintomi della menopausa

1. Vampate di calore

Il sintomo più caratteristico della menopausa è sicuramente rappresentato dalle vampate di calore, che si verificano preferibilmente durante le ore notturne. Se ti capita di avvertire un’improvvisa sensazione di calore diffuso che dal petto raggiunge prima il collo e poi il volto, che si arrossano improvvisamente, significa che stai vivendo una vampata di calore.
Si tratta di una sensazione estremamente sgradevole causata dalla perdita di controllo sulla termoregolazione corporea da parte dell’ipotalamo. Esiste una correlazione funzionale tra ipotalamo ed ipofisi che sta alla base della perdita di funzionalità da parte del centro termoregolatore.

2. Sudorazione

Potresti ricoprirti improvvisamente di sudore in seguito ad una vampata di calore, tali episodi di sudorazione avvengono principalmente durante la notte, e sono sempre collegati alla modificazione del processo di termoregolazione; in questo caso è consigliabile coricarti con indumenti leggeri preferibilmente di fibre naturali che possono favorire l’evaporazione del sudore contribuendo a diminuire il disagio che puoi provare.

3. Palpitazioni

Spesso le vampate di calore sono accompagnate da palpitazioni; si tratta di episodi di tachicardia durante i quali puoi percepire l’aumento dei battiti cardiaci. Generalmente questo sintomo è di breve durata e non ha conseguenze di alcun tipo; se al contrario ti accade con regolarità, è consigliabile consultare il tuo medico che potrebbe prescriverti dei farmaci specifici.

4. Emicrania

Sia l’emicrania che la cefalea sono due sintomi caratteristici della menopausa che puoi avvertire di solito durante o successivamente ad una vampata di calore. Anche in questo caso la causa è da ricercare nelle fluttuazioni degli ormoni circolanti, che vanno a modificare lo stato fisiologico del cervello.
Considera comunque che se avverti tale disturbo sporadicamente e se la sua intensità non è molto rilevante, non devi preoccuparti, ma qualora gli episodi dolorosi si ripetessero con una certa frequenza e fossero eccessivamente invalidanti, è consigliabile affrontare un percorso terapeutico che potrà essere di tipo sintomatico per alleviare la percezione dolorosa, oppure di tipo curativo, come una terapia ormonale sostitutiva. In tutti questi casi devi comunque rivolgerti ad uno specialista.

5. Secchezza vaginale

La diminuzione dei livelli di estrogeni circolanti produce anche un’atrofia del rivestimento epiteliale della vagina; le cellule interessate sono principalmente di tipo mucoso, in quanto il loro compito è quello di produrre una sostanza lubrificante che facilita la penetrazione durante i rapporti sessuali.

In menopausa ti accorgerai che le cellule della vagina non producono più muco e quindi il suo aspetto risulta particolarmente secco e arido, come conseguenza potresti avvertire una sensazione dolorosa durante il coito, si tratta di un disturbo denominato dispareunia.

La secchezza vaginale può aumentare il rischio di proliferazione batterica all’interno della vescica con l’insorgenza di alcune infezioni delle basse vie urinarie, come la cistite, che è una patologia molto comune durante la fase menopausale. Per attenuare questa fastidiosa sindrome, è consigliabile che tu utilizzi delle creme lubrificanti durante la penetrazione, oppure delle terapie locali con preparati a base di estrogeni, oppure anche delle creme emollienti a base di acido ialuronico o di fitostimoline, che svolgono il compito di idratare ed ammorbidire i tessuti vaginali.

Se questo disturbo si presenta con particolare intensità, potresti applicare pomate a base di testosterone, sempre sotto controllo medico. Le più recenti linee guida consigliano delle applicazioni con un particolare tipo di laser, sulla cui efficacia non ci sono ancora delle valutazioni affidabili.

6. Aumento di peso

Una delle conseguenze più comuni della menopausa è l’aumento ponderale, provocato dalla diminuzione degli estrogeni circolanti; mancando tali ormoni si verifica una modificazione del metabolismo basale per cui vengono disperse una minore quantità di calorie anche se non vi sono state delle variazioni a livello del regime dietetico.

Potrai notare un accumulo di adipociti (cellule di grasso) in ben determinate zone del corpo, come i glutei, i fianchi, e l’interno delle cosce; questo assetto di grasso corporeo che è caratteristico delle donne in menopausa, non è provocato da cause dismetaboliche, infatti, anche se diminuisci l’introduzione di cibi grassi, probabilmente non noterai alcuna modificazione del tuo peso corporeo.

Nell’età menopausale è comunque consigliabile seguire un corretto regime dietetico, che da un lato assicuri il giusto apporto di nutrienti, e dall’altro limiti l’introduzione di calorie. È sempre raccomandabile praticare una moderata attività sportiva, che ti può essere utile non soltanto a livello metabolico, ma anche per allentare lo stress ed il nervosismo che di frequente caratterizzano questo periodo della vita femminile.

7. Secchezza della pelle e dei capelli

La tua pelle può apparire poco elastica, secca, disidratata e con un colorito spento; si tratta di fenomeni conseguenti alle modificazioni ormonali, a cui puoi porre rimedio assicurando una corretta idratazione dell’organismo, che implica l’introduzione di almeno due litri di bevande al giorno.

Un altro rimedio che puoi attuare è quello di lavarti utilizzando detergenti delicati, a composizione semplice e con ingredienti idratanti, per nutrire al massimo le cellule disidratate dell’epidermide.
Anche i tuoi capelli subiscono una modificazione ben visibile: diventano fragili, sottili, e cadono con maggiore facilità; molto spesso potrai notare la comparsa di diversi capelli bianchi che, per loro natura, sono particolarmente fragili e disidratati. Poni particolare attenzione alla scelta dei prodotti per la detersione dei capelli, privilegiando shampoo delicati e preferibilmente a base di ingredienti naturali.

8. Modificazioni della sfera psico-emotiva

A livello della sfera psico-emotiva, la menopausa produce notevoli conseguenze; potrai avvertire una sgradevole sensazione di ansia immotivata, accompagnata da manifestazioni fisiche, come secchezza delle fauci, vertigini, perdita dell’equilibrio, e talvolta tremori. Durante la notte ti può capitare di risvegliarti improvvisamente con una sensazione di angoscia, che difficilmente ti permetterà di riaddormentarti; potrai anche avvertire un inspiegabile nervosismo, accompagnato da marcata irritabilità.

Lascia un Commento