4 caratteristiche particolari delle persone con sangue 0 positivo

Loading...

Il fatto che il gruppo sanguigno sia scritto nel dna e concorra dunque a determinare le caratteristiche peculiari di ogni persona è un principio dotato di evidenza scientifica. Il gruppo sanguigno non è altro che il tipo di sangue che ereditiamo alla nascita dai nostri genitori.

Ne esistono quattro tipi: A, B, AB e 0, ciascuno dei quali si differenzia dagli altri in base agli antigeni che si trovano sulla superficie dei globuli rossi. Ogni gruppo sanguigno può essere positivo o negativo a seconda della presenza o meno dell’antigene Rhesus (Rh). In Italia prevale il gruppo 0 Rh positivo (40%), che non presenta antigeni ma è contraddistinto dalla presenza degli anticorpi anti-A e anti-B nel sangue.

Conoscere il proprio gruppo sanguigno è molto importante, soprattutto in caso di trasfusione di sangue o trapianto di organi, dove la mancanza di compatibilità tra il sangue del donatore e quello del ricevente comporta fenomeni di “agglutinazione” che possono portare alla morte. Le persone appartenenti al gruppo 0 positivo sono donatori universali in quanto possono donare sangue a tutti i gruppi sanguigni, ad eccezione dello 0 negativo; di contro possono riceverlo solo da donatori che abbiano il gruppo 0, sia positivo che negativo.

Oltre ad essere un salvavita quando è necessaria una trasfusione, la conoscenza del gruppo sanguigno d’appartenenza può servire per altri importanti motivi, come fornire utili indicazioni in merito all’alimentazione da seguire o ai disturbi a cui siamo predisposti. Ogni gruppo sanguigno ha delle caratteristiche specifiche. Vediamo quali sono le 4 caratteristiche particolari delle persone con sangue 0 positivo.

Quali sono le 4 caratteristiche delle persone con sangue 0 positivo

Potrebbe sembrare una bufala ma non lo è. Vi sono evidenze scientifiche che il gruppo sanguigno condizioni molte funzioni biologiche e che sia correlato allo sviluppo di determinate malattie. C’è chi si spinge ben oltre la portata di questi risultati e ipotizza persino un’influenza del gruppo sanguigno sul carattere e sulla personalità. Scopri quali sono le caratteristiche peculiari delle persone con sangue 0 positivo.

Predisposizioni genetiche delle persone con sangue 0 positivo

Esistono numerose prove scientifiche che dimostrano il legame tra il gruppo sanguigno e specifiche funzioni biologiche. Un team di ricercatori olandesi ha scoperto che le persone con sangue 0 hanno il più basso rischio di andare incontro a eventi di tipo cardiovascolare, come infarto, ictus, ipertensione, ecc. Altri studi hanno associato ai gruppi sanguigni diversi dallo 0 livelli di colesterolo nel sangue più alti.

I ricercatori dell’Albert Einstein College of Medicine di New York e dell’Università di Yale hanno invece dimostrato il nesso tra gruppo sanguigno e fertilità femminile: le donne con gruppo sanguigno 0 hanno maggiori difficoltà di concepimento. È la conclusione di uno studio condotto su un campione di 560 donne di 35 anni d’età media che ha evidenziato come le donne con sangue 0 abbiano il doppio delle possibilità di avere alte concentrazione dell’ormone FSH. Questo in genere indica che la riserva ovarica è ridotta e di cattiva qualità.

Un altro studio risalente a quasi trent’anni fa ha messo in luce che l’attività di alcuni enzimi digestivi è influenzata dal gruppo sanguigno di appartenenza. Sembrerebbe, ad esempio, che le persone che hanno il sangue di tipo 0 siano più inclini alle ulcere gastriche. Seguire uno stile di vita sano è la chiave per prevenire le malattie a cui si è geneticamente predisposti. Si raccomanda quindi di evitare la sedentarietà, smettere di fumare e adottare un’alimentazione che aiuti a ridurre i rischi per la salute.

La dieta del gruppo 0 positivo

La dieta del gruppo sanguigno è stata resa popolare dal Dr. Peter D’Adamo, naturopata statunitense autore del libro “Eat Right 4 Your Type”. Nel suo libro egli afferma che, seguendo un regime alimentare basato sul proprio gruppo sanguigno, è possibile ridurre il rischio di sviluppare particolari condizioni di salute. D’Adamo è convinto che il gruppo sanguigno contenga una specie di ricordo in codice dei comportamenti e dell’alimentazione che i nostri antenati seguivano quando quel gruppo sanguigno ha fatto la sua comparsa.

A detta dell’inventore di questa dieta, il sangue di tipo 0 è il più antico e discende dagli antenati cacciatori-raccoglitori, pertanto i soggetti con questo gruppo sanguigno sono maggiormente predisposti ad assumere carne, pesce, uova frutta e verdura di stagione. Devono invece cercare di limitare il consumo di salumi e carni conservate, latticini, caffè e bevande alcoliche. E poiché l’agricoltura non era ancora stata inventata, niente cereali. Queste persone possiedono un metabolismo accelerato, un apparato digestivo attivo ma un sistema immunitario immaturo che li predispone a sviluppare intolleranze alimentari come la celiachia.

Sebbene sia priva di ogni fondamento scientifico, la dieta del gruppo sanguigno continua ad avere molti sostenitori, forse perché promuove un’alimentazione sana finalizzata ad apportare benefici a chi la segue.

Attira le zanzare

Ti sei mai chiesta perché alcuni individui vengono punti dalle zanzare più degli altri? Non si tratta solo dell’anidride carbonica emessa con il respiro, dell’odore di acido lattico che si forma dopo l’attività sportiva, delle colonie di batteri che si annidano sulla pelle o dei vestiti dai colori forti. Esiste uno studio che dimostra come le persone di gruppo sanguigno 0 positivo vengano punte dalle zanzare il doppio rispetto a quelle di tipo A. Per questioni genetiche, l’85% delle persone rilascia attraverso la pelle un segnale chimico che comunica il proprio gruppo sanguigno. Le zanzare sono più attratte dai secretori che dai non-secretori, a prescindere dal tipo di sangue.

Energiche e coraggiose

Nella cultura giapponese si ritiene che il gruppo sanguigno d’appartenenza possa determinare la personalità, il comportamento e i talenti di un individuo. Questa bizzarra teoria venne formulata nel 1927 da Takeji Furukawa, professore di psicologia di una scuola femminile di Tokio. Caduta nel dimenticatoio per decenni, la teoria trovò nuova linfa negli anni settanta, quando il giornalista Masahiko Nomi pubblicò il libro “Ketsuekigata de wakaru aisho” (Comprendere le affinità in base al gruppo sanguigno), che divenne un best seller. Da allora la dottrina dei gruppi sanguigni è diventata un fenomeno popolare che influenza la società nipponica sia in politica che nel marketing e viene usata dai vari media per scrivere oroscopi, calcolare l’affinità di coppia e fare altre previsioni.

Se i gruppi sanguigni possono dire molto sulla nostra personalità, quali sono le caratteristiche delle persone con sangue 0 positivo? Secondo la Ketsuekigata, il gruppo 0 è quello assimilato alla casta dei guerrieri, perciò coloro che hanno questo tipo di sangue sono molto energici, coraggiosi, determinati e possiedono un’innata tendenza alla leadership. Inoltre, chi appartiene al gruppo 0 positivo è calmo, ottimista, indipendente, intuitivo, incline al cambiamento, socievole e ama stare al centro dell’attenzione.

Loading...

One Response

  1. Antonella Dicembre 4, 2017

Lascia un Commento