I consigli per imparare a coltivare l’aloe vera in casa

Loading...

L’aloe vera è una pianta dalle infinite proprietà medicinali, un vero e proprio elisir di lunga vita per tutto l’organismo.
Le sue proprietà sono notevoli, disintossicanti, depurative, emollienti, rinfrescanti. Inoltre, è un valido aiuto per i denti e le gengive, per la pelle, ma anche per l’apparato cardio-circolatorio e per il sistema immunitario.

Un infuso di aloe vera è utile anche per dimagrire, infatti contiene delle sostanze tonificanti simili alla caffeina e alla teina, senza causare gli effetti eccitanti collaterali.

Avere una fonte naturale e sempre fresca di aloe vera in casa è il modo migliore per sfruttare al meglio tutte le proprietà salutari di questa pianta miracolosa. Coltivarla è molto semplice perché ha bisogno di pochissime cure, di una dose minima di acqua (ma sempre fresca e rinnovata) e cresce in maniera ottimale anche al chiuso.

Se continuerai la lettura di questa semplice guida scoprirai tutti i consigli per imparare a coltivare l’aloe vera in casa, con pochi trucchi del mestiere rubati ai migliori giardinieri e agli esperti di strategie green ed ecologiche.

Come coltivare la pianta di aloe partendo dalla talea

In questa sezione ti insegneremo come coltivare l’aloe vera partendo da una semplice piantina, chiamata per l’appunto talea o arbolescens.
Qui scoprirai tutte i passaggi step by step per coltivare questo germoglio con la tecnica per moltiplicazione di talea, con tutti i consigli riguardo alle tempistiche giuste e alle modalità per ottimizzare l’attechimento.

Prima di tutto devi procurarti la piantina, rivolgendoti ad un vivaio di fiducia, ad una serra o acquistandola direttamente on line in un sito specializzato. Quindi, recupera del terriccio sabbioso, dei contenitori con foro di scolo e una campana di vetro. In alternativa, andrà bene anche della normalissima pellicola trasparente da cucina. Inoltre, anche se opzionali, puoi recuperare un fungicida e un prodotto radicante.

In generale, ti consigliamo di utilizzare un prodotto chimico specializzato nella stimolazione e nella crescita dello stesso rametto prelevato.
Un discorso differente vale nel caso si tratti di piante di talea succulente, in cui utilizzare un prodotto radicante non è indispensabile, in quanto questo tipo di infiorescenze attecchiscono senza molte difficoltà.

Per tagliare al meglio la talea dalla pianta madre hai bisogno di un coltello a lama liscia, molto affilato e soprattutto sterilizzato: assicurati di disinfettare al meglio l’utensile prima di procedere all’operazione, con dell’alcool denaturato o immergendolo in acqua bollente. Ricordati che un coltello sporco potrebbe contaminare sia la pianta madre che la talea e rendere vacui tutti i tuoi intenti.

A questo punto, recidi una talea carnosa e dividila a metà, facendo attenzione a non creare filettature: crea delle piantine di una larghezza di almeno 3/4 cm e procedi ad interrarle in un terriccio misto con una percentuale del 50% di sabbia e del 50% di torba.
Ricordati di sistemare le talee ad una distanza di almeno 5 cm tra di loro, in modo da permettere una circolazione dell’aria ottimale. In questo modo le piantine cresceranno forti, sane e rigogliose. Coprile con la campana di vetro o proteggile con la pellicola trasparente, lasciando passare un poco di aria, fino a che non vedrai le prime radici. Questo periodo di tempo dura circa due settimane.

Sempre riguardo alla coltivazione dell’aloe vera per moltiplicazione di talea, ricordati che è fondamentale una buona irrigazione, quindi annaffia spesso la pianta e provvedi a mantenere il terriccio sempre umido e ben idratato, servendoti di un sottovaso colmo d’acqua fresca e pulita.

Come coltivare una pianta madre di aloe vera in vaso

Puoi trovare le piante di aloe vera in un Garden Center, in un vivaio di fiducia o in un sito specializzato on line.
Procurati anche questi strumenti, li puoi recuperare in tutti i settori esperti di giardinaggio:

  • un vaso grande e capiente, possibilmente in terracotta;
  • della semplice terra da giardino;
  • della ghiaia o dell’argilla espansa;
  • della torba.

Nel caso in cui la tua mano sia poco esperta e il tuo pollice verde poco allenato, ricordati che puoi trovare delle miscele di terriccio già pronte all’uso per piante succulente, con la percentuale giusta di sabbia, ghiaia e torba. Si possono acquistare sia sul sito di Amazon che nei Garden Center e nelle serre specializzate, a buoni prezzi.

Ora che hai recuperato tutto l’occorrente per piantare la tua infiorescenza di aloe vera, della specie delle cactacee, procedi con tutti i passaggi che andiamo di seguito a spiegarti, step by step.

Come prima cosa, adagia la ghiaia nel fondo del vaso di terracotta, andrà a fungere da drenaggio ottimale ed eviterà che la pianta di aloe marcisca. Versa quindi la terra da giardino e aggiungi la torba, in egual misura, fino a riempire la metà del vaso. Non aggiungere la classica sabbia delle spiagge, troppo salina: un eccesso di sale andrebbe a rovinare irrimediabilmente la crescita della pianta.

Posiziona la tua pianta al centro e coprila con altro terriccio e torba, quindi sistema il vaso lontano da vento, pioggia ed intemperie, in un luogo asciutto e vicino ad una fonte di luce.
Attendi che crescano le prime radici e che la pianta attecchisca per bene, ci vorranno circa due settimane.
La tua pianta di aloe vera è pronta per svilupparsi forte e sana, annaffiala spesso, in modo che il terriccio sia sempre umido, e tienila in un luogo soleggiato e tiepido, a contatto con una fonte di luce naturale.

Tutti i vantaggi di coltivare una pianta di aloe vera in casa

Dalle foglie della pianta puoi ricavarne il succo, utilizzando un estrattore, oppure ottenere il principio attivo per creare un gel o una crema di bellezza casalinga.
Andiamo assieme a vedere tutte le proprietà nutritive dell’aloe vera e scoprirai quanti utilizzi ne puoi fare!

Un estratto da bere di aloe vera funge da antiossidante e da elisir anti-age, contrasta l’invecchiamento e l’insorgenza dei radicali liberi.
È inoltre una bevanda disintossicante e depurativa per l’organismo, oltre ad accelerare il metabolismo ed essere un valido alleato per la tua dieta dimagrante.

Un infuso di foglie di aloe vera ha ottime proprietà lassative e antinfiammatorie, è balsamico e quindi è un aiuto contro i malanni di stagione come raffreddore, tosse e bronchite, coadiuvato con una fettina di zenzero fresco.

È, inoltre, efficace per combattere gli effetti dell’asma.
L’aloe vera è antivirale, antibatterica e antifungina, inoltre svolge una funzione cicatrizzante per la pelle del viso e di tutto il corpo.
Ha una funzione gastro-protettiva, tonificante e digestiva.

Come se non bastasse, tenere una pianta di aloe vera in casa è utile per eliminare le sostanze inquinanti nell’aria e per purificare l’atmosfera in una maniera green, eco-sostenibile e del tutto ecologica e free.
Una pianta di aloe vera assorbe lo smog che entra dalla finestra, il fumo di sigaretta, ma anche le sostanze chimiche dei profumi.

Loading...

Lascia un Commento