Tutti i benefici delle foglie di alloro

L’Alloro (Laurus Nobilis) è una pianta aromatica perenne di tipo arbustivo, sempreverde, con foglie dalla forma ovale, lucide e di colore verde intenso, che vive preferibilmente su terreni a componente argillosa; si tratta di un vegetale che non richiede particolari cure per la crescita e si adatta bene ad ogni condizione climatica, pertanto è molto diffusa in tutto il bacino del Mediterraneo, ma si può trovare anche in habitat con climi freschi.

Nel nostro paese questa pianta viene coltivata pressoché ovunque, mentre si sviluppa spontaneamente nei boschi delle zone collinari delle regioni centro-meridionali preferibilmente lungo le coste.
Viene utilizzata sia per scopi ornamentali nella realizzazione di siepi e bordure, ma anche per le sue foglie, particolarmente gradevoli sia in ambito culinario che per altri utilizzi.

Le foglie di alloro vengono raccolte tutto l’anno e si presentano particolarmente ricche di principi benefici e di essenze aromatiche soprattutto durante il periodo invernale e all’inizio della primavera, mentre le bacche vengono raccolte ed utilizzate tra ottobre e novembre.

Valori nutrizionali dell’alloro

I valori nutrizionali riferibili a 100 grammi di foglie di alloro sono i seguenti:
– carboidrati 75 g;
– lipidi 8,36 g;
– proteine 7,6 g;
– fibre 26,3 g;
– calcio 834 mg;
– fosforo 113 mg;
– potassio 530 mg;
– sodio 23 mg;
– ferro 43 mg;
– zinco 3,7 mg.

Particolarmente utili sono le vitamine di diverse specie presenti nelle foglie di alloro:
– vitamina A (retinolo);
– vitamina B1 (tiamina);
– vitamina B2 (riboflavina);
– vitamina B3 (niacina);
– vitamina B6 (piridossina);
– vitamina C (acido ascorbico);
– folati.

L’apporto calorico di 100 grammi di foglie di alloro corrisponde a 313 kcal totali, anche se in realtà le foglie non vengono mangiate in quantità considerevoli, ma utilizzate unicamente per insaporire i cibi e poi eliminate; questo è il motivo per cui l’apporto calorico dell’alloro all’interno delle pietanze viene considerato praticamente inesistente.

Le proprietà dell’alloro dipendono soprattutto dall’elevata concentrazione di oli essenziali presenti sia nelle foglie che nelle bacche.
Le sue attività benefiche per l’organismo erano conosciute fin dai tempi di greci e romani, che ne sfruttavano i principi attivi per la cura di alcune malattie, utilizzando le foglie sotto forma di decotti o di impiastri. I principali componenti ad azione terapeutica che si trovano nelle foglie di questa pianta sono limonene ed eugenolo, unite ad altre sostanze volatili molto attive, che svolgono un’azione benefica per le loro proprietà antiossidanti, antisettiche e digestive; secondo le più attuali ricerche scientifiche avrebbero anche dimostrato un’attività antineoplastica che è tuttavia ancora da dimostrare con certezza.

Le foglie fresche di alloro, per il loro elevato contenuto di vitamina C, svolgono anche un’efficace azione antiossidante, in grado di contrastare la formazione di radicali liberi. Inoltre, questa vitamina stimola l’attività del sistema immunitario in particolare contro l’aggressione di batteri e virus, ed accelera i tempi di guarigione delle ferite cutanee.

Sempre consumate fresche, le foglie di alloro forniscono una buona percentuale di acido folico e di vitamina A, indispensabili per un corretto funzionamento della vista, delle mucose e della pelle in generale.
Anche le vitamine del gruppo B in particolare la riboflavina e la niacina sono presenti nelle foglie di alloro ed esplicano un’importante azione stabilizzante sul metabolismo, contribuendo alla sintesi di numerosi enzimi.

Queste vitamine risultano fondamentali per un corretto funzionamento del sistema nervoso e nella sintesi degli eritrociti (globuli rossi).
All’interno delle foglie di alloro è presente anche un elevato contenuto di sali minerali, tra cui sodio e potassio, responsabili della regolazione dell’equilibrio cellulare idrico-salino, e calcio, coinvolto nella funzionalità delle cellule muscolari, e ferro, indispensabile per la sintesi di emoglobina. Sono presenti anche potassio, importante per mantenere sotto controllo la pressione arteriosa e la frequenza del battito cardiaco, manganese, zinco e selenio, coinvolti in numerose reazioni metaboliche.

Proprietà delle foglie di alloro

Largamente utilizzate in ambito erboristico, le foglie di alloro presentano evidenti proprietà astringenti, stimolanti dell’appetito e diuretiche, con notevoli benefici sul funzionamento dell’apparato renale. Per la presenza di acido laurico, le foglie di questo vegetale possono essere impiegate come repellenti naturali contro insetti e parassiti, soprattutto durante la stagione estiva.

Altri principi attivi che vengono estratti dalle foglie di alloro sono impiegati nella produzione di farmaci per il trattamento di dolori muscolari ed articolari, di artrite, artrosi, e relativamente all’impiego degli oli aromatici per la cura di sintomi influenzali, bronchite, in particolare per l’effetto espettorante sul catarro bronchiale.
In alcuni casi le foglie di alloro si sono rivelate utili per alleviare i dolori causati da infiammazioni del nervo sciatico, soltanto come coadiuvanti di terapie farmacologiche.

I decotti o le tisane ottenuti con queste foglie svolgono un’azione analgesica nei confronti di emicrania e cefalea, ed in generale per dolori di blanda intensità. Nel medioevo erano considerati un efficace rimedio naturale per regolarizzare anomalie del ciclo mestruale.
L’infuso di alloro può essere impiegato per fare gargarismi, e disinfettare il cavo orale in caso di infiammazioni come stomatiti o glossiti.
Anche a livello della sfera psico-emotiva, le tisane di alloro possono rivelarsi benefiche negli stati di nervosismo, irritabilità, stanchezza cronica ed insonnia.

Utilizzi dell’alloro

Per utilizzare al meglio le proprietà benefiche delle foglie di alloro, puoi scegliere di impiegarlo sotto forma di infuso oppure di olio essenziale per massaggi, particolarmente indicato in caso di dolori mestruali, contratture e dolori muscolari, e flatulenza.
Sotto forma di infuso le foglie di alloro possono essere assunte per migliorare i processi digestivi, favorire il rilassamento muscolare, stimolare l’appetito, ed aumentare la funzionalità del sistema immunitario. Rivolgendoti a un esperto in scienza erboristica, sarai in grado di scegliere la modalità più efficace e vantaggiosa per sfruttare al meglio tutti i benefici che le foglie di alloro offrono fin dall’antichità.

Tisane e infusi all’alloro

Puoi preparare una tisana all’alloro mettendo 3 o 4 foglie fresche in una tazza di acqua bollente, e lasciandole in infusione per circa 10 minuti. Puoi bere fino a 3 tisane al giorno preferibilmente dopo i pasti principali, se vuoi aiutare la digestione, oppure prima di metterti a tavola, qualora tu desideri stimolare l’appetito. Ricorda che gli infusi di alloro alleviano i dolori di stomaco o causati da coliche intestinali, favoriscono la digestione e aiutano l’espulsione dei gas intestinali.

Decotto di alloro e limone

Puoi utilizzare 5 grammi di foglie di alloro unitamente a 5 grammi di buccia di limone il 200 millilitri di acqua e dopo ebollizione per circa 10 minuti, filtrare la bevanda e assumerla tiepida.

Olio di alloro

In questo caso devi lasciare macerare in olio di oliva per circa 1 mese le bacche di alloro lavate, asciugate e pestate, oppure le foglie fresche se desideri realizzare un olio per uso alimentare. A seconda dei tuoi gusti puoi aumentare o diminuire la quantità di foglie da mettere dentro all’olio. Qualora tu preferisca servirti delle bacche, ricorda di polverizzarle mediante l’uso del mortaio.

In cucina

In molte ricette l’alloro garantisce l’esaltazione dei sapori soprattutto per i secondi piatti e per i contorni, puoi aggiungerlo ad insalate di fagiolini, carote, patate e sedano oppure a legumi come fagioli ceci lenticchie e soia. Se ti piacciono le spezie puoi utilizzarlo insieme alla curcuma o al curry, ricordandoti che non devi mai mangiare le foglie di alloro ma asportarle prima di consumare gli alimenti.

Lascia un Commento