Dr. Berrino: Non Sono I Grassi Che Fanno Ingrassare, Ecco Cosa Devi Evitare Per Dimagrire

Loading...

Il dottor Berrino è un famoso oncologo che ha scritto diverse pubblicazioni sul tema alimentazione. La sua visione dell’argomento prevede il consumo di alimenti senza troppe proibizioni, in quanto la sua idea si focalizza sul fatto che i problemi di peso non siano soltanto causati dall’assunzione di grassi in eccesso. In buona sostanza, le diete ferree servono a poco.

Oggi, un gran numero di persone segue diete iperproteiche privandosi di molti alimenti, credendo che possano essere dannosi. L’idea più diffusa è che cibarsi di proteine sia il modo più giusto per poter dimagrire. In realtà, se questa tecnica è valida nel breve periodo, non è altrettanto utile per un tempo più lungo. Il peso, generalmente, viene ripreso e il fatto che molte diete moderne funzionino male fa proprio riferimento a questo effetto fisarmonica che coinvolge molte persone.

I libri e i corsi fondamentali del dottor Berrino

La consapevolezza della Dieta Mediterranea

Secondo il dottor Berrino è importante mangiare in modo consapevole e scegliere il cibo giusto per poter tenere un alimentazione corretta che possa rispettare l’organismo. In questo modo, automaticamente, diventa possibile controllare il proprio peso. L’obiettivo è quello di scegliere prodotti che rispettano la terra, quindi capire da dove derivano, le loro origini, cogliere ogni aspetto di allevamenti e coltivazioni per preferire cibi di prevalente matrice vegetale, poco lavorati, senza l’aggiunta di ingredienti chimici.

Sono stati dimostrati studi in cui eccessi di proteine portano a lungo all’incremento del rischio di obesità. Ecco perché risulta importante mantenere un’alimentazione che sia completa e varia.
La visione del dottor Berrino prevede il sostegno totale alla dieta mediterranea proprio perché rispetta determinate caratteristiche.

Un aspetto fondamentale di tale regime alimentare prevede l’impiego di molti cereali, i quali ovviamente non devono essere lavorati. Meglio dunque evitare farina 0 e 00 a favore di quella integrale, che si presenta più naturale è più sana.

Scegliere rispettando la terra

Basterebbe davvero poco per convivere con un’alimentazione che sia vantaggiosa per l’organismo e quindi anche per il girovita. Avere la consapevolezza dei naturali cicli della natura, rispettando la terra e l’ambiente, significherebbe consumare cibi e prodotti stagionali. il principio è molto semplice: se si ha a che fare con cibi fuori stagione significa che molto probabilmente questo viene modificato, oppure proviene da altre Nazioni, dove vi sono condizioni climatiche più favorevoli.

Ciò può comportare una differenza di normative e di impieghi di prodotti comunque poco controllabili e poco verificabili. Mangiare in maniera consapevole risulta quindi più complesso. Consumare invece cibi stagionali e tendenzialmente del luogo, è il modo migliore per poter stare bene e preservare la propria salute, evitando effetti collaterali che a lungo termine possono manifestarsi con alimenti di dubbia coltivazione e provenienza. Chi rispetta la terra e il suo naturale ciclo, predilige un’alimentazione sana, evitando quegli alimenti troppo elaborati e i cosiddetti cibi spazzatura.

I cibi da evitare per non ingrassare e avere una alimentazione più sana

Stando agli studi e alla teoria portata avanti dal dottor Berrino, per stare bene basterebbero davvero pochi accorgimenti sull’alimentazione. Assolutamente da evitare sono i cibi fuori stagione, eliminare alimenti dei quali non si conosce l’esatta provenienza e che risulta difficile avere una tracciabilità, evitare alimenti che possono contenere tracce di additivi inquinanti, evitare cibi ricchi di zuccheri e di sale, evitare, in generale, gli eccessi di porzione.

Tutte queste caratteristiche sono controllabili fin dalla fase di acquisto in negozi e supermercati. E’ sufficiente spendere qualche minuto in più per conoscere meglio che cosa si sta acquistando. La consapevolezza permette non solo di scegliere i cibi giusti, ma anche di evitare quelli più dannosi.
I cibi pronti, ad esempio, sono ricchi di conservanti, zuccheri e sale proprio perché devono ricreare un principio di conservazione che a lungo andare può risultare dannoso per la salute. Meglio quindi evitarli se si vuole essere amici della propria forma fisica e della corretta alimentazione.

Medicina da mangiare
Price: 20,00 €
Price Disclaimer

Alcuni suggerimenti sulle scelte ideali

Una buona regola e anche quella di evitare il consumo eccessivo di prodotti di origine animale: questo perché risulta sempre più difficile controllarne e la provenienza e i metodi di allevamento. Allo stesso modo anche il consumo del pesce, che comunque è un ottimo alimento, va limitato, a meno che non si abbia precisa conoscenza della sua tracciabilità.

La scelta di prodotti industriali andrebbe molto limitata: è il caso ad esempio di patatine, salatini, prodotti confezionati che possono condurre ad assumere sostanze in eccesso, come sale e zuccheri. E’ preferibile, dunque, centellinare la scelta di questi cibi e optare per sostituti più naturali magari riprodotti in modo artigianale, forse un po’ più costosi, ma sicuramente più utili per mantenersi in forma.

Lo stesso vale anche per le bevande, spesso eccessivamente zuccherate, con presenza di coloranti e sostanze chimiche per la conservazione oppure per arricchire il gusto. Sono da preferire frullati e spremute realizzate in casa in luogo di una bevanda pronta e prodotta a livello industriale per la grande distribuzione.

Il cibo: se lo conosci eviti quello dannoso e scegli quello giusto

Mangiare consapevole significa chiedersi la provenienza e i metodi di produzione del cibo che si sta acquistando o consumando. Più si riescono ad avere risposte positive in merito, più il cibo risulta essere sano. Solitamente cibi che prevedono un processo di lavorazione complesso, magari ottenuto anche grazie a operai sottopagati e a metodologie poco etiche, è più facile che contenga sostanze dannose e inquinanti per l’uomo e per il pianeta.

Oggi tutto o quasi viene ricondotto ad un mero fattore economico, tralasciando quasi totalmente le proprietà organolettiche e nutrizionali di un alimento. Ecco che quindi cibarsi in maniera consapevole vuol dire anche rispettare un senso di giustizia nei confronti delle persone, della propria salute e della natura, privilegiando e premiando chi opera nel pieno rispetto delle regole. Si avverte la necessità di porre l’uomo, la sua salute e l’ambiente al centro dell’attività alimentare, fin dalla semina per arrivare poi alla distribuzione.

Il dottor Berrino, sostiene quindi che non sono tanto i grassi la causa scatenante di obesità e problemi alimentari, ma il modo in cui si assume il cibo e la scarsa conoscenza dello stesso.
Dieta Mediterranea, varietà di piatti, porzioni normali senza eccedere, stagionalità degli alimenti, tracciabilità degli stessi, privilegiare cibi vegetali, evitare piatti pronti ed elaborati industriali: ecco le principali regole da rispettare per poter salvaguardare la propria salute e mangiare meglio.

Le opere imperdibili del dottor Berrino

Loading...

Lascia un Commento