Come recuperare gli asciugamani vecchi e farli sembrare come nuovi

Loading...

I vecchi asciugamani sono contraddistinti da una certa ruvidezza che li rende sgradevoli durante la pratica quotidiana. Eppure bastano poche accortezze per renderli come nuovi.

Perché gli asciugamani vecchi emanano cattivo odore

Molto spesso l’accumulo di sporco può causare odori sgradevoli nei tuoi asciugamani perciò è raccomandato lavarli ogni settimana. Altre volte, però, il problema è nell’utilizzo di ammorbidenti sbagliati. È ovvio che sia difficile capire quale ammorbidente sia indicato per la pulizia della tua biancheria ma, in linea generale, acquistare prodotti troppo economici potrebbe essere deleterio in quanto queste sostanze si accumulano nelle fibre profonde degli asciugamani e restano depositate nonostante i lavaggi.

Ecco spiegato quel brutto odore che proviene dagli asciugamani vecchi.
Ma come ovviare a questo problema? Basta utilizzare degli ingredienti naturali che hanno la capacità di smacchiare, ammorbidire e lavare in profondità come l’aceto bianco, il bicarbonato di sodio e l’acido citrico.

Scopri i benefici di aceto bianco, bicarbonato di sodio e acido citrico

L’aceto bianco è un utile alleato in cucina ma anche per lavare la biancheria. Le sue proprietà sono comparabili a quelle di qualsiasi detersivo in commercio ma con il merito di essere naturale e completamente biodegradabile. Basta metterne una piccola quantità nella vaschetta dell’ammorbidente per avere degli asciugamani soffici; ciò è dovuto alla capacità di pulire delicatamente le fibre, senza aggredirle.
L’aceto bianco riesce anche a togliere i residui profondi del detersivo, assicurandoti quindi un’igiene accurata e intensa. Se hai asciugamani vecchi bianchi con delle macchie, l’aceto bianco potrà ripristinare l’antico splendore.

Il bicarbonato di sodio è un detergente naturale, utilizzato in moltissimi modi (dal lavaggio dei denti a quello di frutta e verdura) proprio per la sua capacità di smacchiare e rimuovere lo sporco più intenso. Molte persone lo usano anche perché riesce ad ammorbidire i tessuti, aumentare il potere di un detersivo e mantenere pulita la lavatrice. Se vuoi utilizzarlo è consigliabile tenere in ammollo gli asciugamani per un lungo periodo di tempo, così da dargli modo di agire in profondità. Provvederai al lavaggio vero e proprio il giorno successivo.

L’acido citrico è contenuto normalmente negli agrumi ma è facilissimo da reperire nelle erboristerie e farmacie. Basta diluirne solo 50 grammi in una caraffa d’acqua di mezzo litro e si potrà godere di una soluzione dall’alto effetto ammorbidente.
Tutti questi ingredienti sono anche estremamente economici, per cui potrai dire addio ai saponi costosi e, in cambio, ricevere tessuti puliti e morbidi nel pieno rispetto dell’ambiente.

Come ammorbidire e profumare i vecchi asciugamani ruvidi

Per donare nuovamente quella morbidezza tipica dei nuovi asciugamani, sono possibili due strade. Nella prima devi utilizzare una soluzione con acqua distillata e acido citrico (un bicchiere andrà bene) diluiti in una bacinella d’acqua. Basterà lasciare in ammollo l’asciugamano e strofinarlo così da fare assorbire tutta la soluzione.

Il risultato sarà visibile fin dal primo lavaggio e potrà essere effettuato anche successivamente, essendo un trattamento molto delicato. Qualora volessi optare per il lavaggio in lavatrice, sarà possibile immettere il bicchiere di acqua distillata e acido citrico direttamente nella vaschetta dell’ammorbidente e procedere normalmente.
Per aggiungere una profumazione, basterà qualche goccia di olio essenziale della fragranza desiderata.

La via alternativa per rendere nuovi i vecchi asciugamani è inserire nella vaschetta del detersivo una tazza di aceto bianco e mezza tazza di bicarbonato di sodio. La temperatura di lavaggio dovrà essere di 60° ma sarà necessario lasciare in ammollo per 15 minuti appena l’acqua avrà riempito il cestello.

Ricorda che più manterrai gli asciugamani in ammollo più diventeranno morbidi e torneranno agli antichi fasti ma non esagerare, la regola è tenerli massimo una notte per evitare che i tessuti si deteriorino e si rovinino prima del tempo.

Tecniche di asciugatura

L’asciugatura migliore è sicuramente quella naturale, con sole non troppo cocente e una leggera brezza. In questo modo le fibre riceveranno un’asciugatura graduale e delicata. Una volta che gli asciugamani saranno asciutti, stropicciali come se stessi massaggiando un impasto così da ammorbidire le fibre irrigidite.

Se utilizzi un’asciugatura artificiale, prediligi gradazioni basse così da non rendere gli asciugamani troppo tesi. L’ideale sarebbe alternare le asciugature, una al naturale e una in asciugatrice. Per rendere gli asciugamani più morbidi dovrai utilizzare la modalità antipiega (non tutte le asciugatrici ne sono provviste) così da gonfiare le fibre e renderle gradevoli al tatto.

A tal proposito, ricordati di scuotere bene gli asciugamani quando li togli dalla lavatrice così da aumentare il volume delle fibre ed evitare che si asciughino in maniera appiattita.
Un altro trucchetto molto utile è aggiungere delle palline da tennis (o qualcosa di simile) nella lavatrice insieme agli asciugamani così che durante il lavaggio possano lavorare sulle fibre irrigidite e gonfiarle.

Come evitare che gli asciugamani si irrigidiscano

Che tu abbia asciugamani nuovi o asciugamani vecchi riportati al nuovo, è bene che capisca quali sono i metodi per evitare l’irrigidimento delle fibre.

Il primo consiglio è usare poco sapone. Alcune persone tendono a usarne tanto perché credono che in questo modo sarà tutto più morbido e profumato. In realtà è un grosso errore in quanto usare sapone in eccesso comporta la formazione di grossi depositi fra le fibre che le “seccano” e quella classica durezza tipica degli asciugamani vecchi. Usa meno sapone, quello del bucato è particolarmente concentrato e ne basta poco per avere asciugamani più morbidi.

Lavatrice e asciugatrice non devono essere caricate con troppi panni perché altrimenti non si sottopone gli asciugamani a un buon ciclo di lavaggio/asciugatura. Meglio che tu faccia più carichi medi piuttosto che accontentarti di asciugamani non puliti perfettamente.

Infine, controlla che l’acqua di casa tua non sia dura. Alcune acque sono infatti ricche di minerali e ciò comporta l’infiltrazione di questi ultimi nelle fibre degli asciugamani. Ecco spiegata la durezza della biancheria, anche se svolgi la pulizia della stessa a regola d’arte.

Per risolvere potrai acquistare un filtro che addolcirà l’acqua e ti permetterà di lavare tutto con la massima delicatezza.

Loading...

Lascia un Commento